Buon fine settimana, viandanti

…e che siano sogni
 
 
Anka Zhuravleva

Anka Zhuravleva

Il confine

Quando il mattino cade dai sogni
i pensieri ruotano nella penombra
polverosi e ambrati come impressioni
profumati di un aroma indicibile
protetti – inviolati -
appesi umidi e stellati alle dita
- oh le dita – così turgide di notte 
Quando mi parli
la tua voce mi divora le spalle
obliqua e turgida come un miele ostinato
intrisa e svelta e definitiva
una terra granosa
il caldo del sangue un garofano impetuoso
la strada disposta di tutti i tuoi occhi
la luce d’acqua
sulla pietra chiarita della tua fronte
- mi circonda -
come il canto antico degli oceani
viva e turchese e piovosa
e aperta
nelle mani gravide di baci
Nel confine che taglia il suono
fra i racconti e le cicatrici
riaffioro nel giorno
e nella tua bocca piena d’echi
 
Eowyn
 
 
Anka Zhuravleva

Anka Zhuravleva

 

§ Duecento e undici §

L’infelice annoiato parla solo
- o da solo -
della vita degli altri
 
Eowyn
 
 
tiro barattoli luna park giostre

In questo dove in cui tutto sei

Roberta Viotti Eowyn:

Mi sono persa in queste parole, con emozione

Originally posted on ANDREA GRUCCIA:

C’è un dove in cui qualcosa avverrà
I baci che t’ho dato erano già in quei luoghi,
era tutto perfetto, la temperatura, la luce,
quello che era avvenuto fino ad allora.
Ci sono dei dove in ogni punto,
si sovrappongono nel tempo.
Un tornitore ha lavorato per anni, in quel metro quadro
non sapeva che quello stesso “dove” era destinato
al tavolino di un bar, ci sono dei dove che pretendono sacrifici,
altri che sono sempre stati pronti al loro unico scopo.
E se pensi a quanto è piccolo un bacio,
il salto di un passero da un ramo all’altro,
quel giorno il dove era proprio nel punto esatto.
Forse è questo che mi fa sopportare questa città,
pensare che mi abbraccerai in questo dove,
in cui tutto sei, momentaneamente altrove.

View original

Amelia Rosselli

Roberta Viotti Eowyn:

Come un passo sul confine

Originally posted on Interno poesia:

ameliarosselli

C’è come un dolore nella stanza, ed
è superato in parte: ma vince il peso
degli oggetti, il loro significare
peso e perdita.

C’è come un rosso nell’albero, ma è
l’arancione della base della lampada
comprata in luoghi che non voglio ricordare
perché anch’essi pesano.

Come nulla posso sapere della tua fame
precise nel volere
sono le stilizzate fontane
può ben situarsi un rovescio d’un destino
di uomini separati per obliquo rumore.

da Poesie (Garzanti, 2007)

Foto di Dino Ignani

View original

Noi – Anne Sexton

Roberta Viotti Eowyn:

Leggere Anne Sexton è sempre straordinario

Originally posted on Poesia in Rete:

Anne Sexton

Ero avvolta nella pelliccia
nera, nella pelliccia bianca
e tu mi svolgevi
e in una luce d’oro
poi m’incoronasti,
mentre fuori dardi di neve
diagonali battevano alla porta.
Mentre venti centimetri di neve
cadevano come stelle
in frammenti di calcio,
noi stavamo nel nostro corpo
(stanza che ci seppellirà)
e tu stavi nel mio corpo
(stanza che ci sopravviverà)
e all’inizio ti asciugai
i piedi con una pezza
perché ero la tua schiava
e tu mi chiamavi principessa.
Principessa!

Oh, allora
mi alzai con la pelle d’oro,
e mi disfeci dei salmi
mi disfeci dei vestiti
e tu sciogliesti le briglie
sciogliesti le redini,
ed io i bottoni,
e disfeci le ossa, le confusioni,
le cartoline del New England,
le notti di Gennaio finite alle dieci,
e come spighe ci sollevammo,
per acri ed acri d’oro,
e poi mietemmo, mietemmo,
mietemmo.

Anne Sexton

(Traduzione di Rosaria Lo Russo)

da “Poesie…

View original 175 altre parole

§ Duecento e dieci §

Certa noia ripete un ego – e deliri volgari -
 
Eowyn
 
 
LE MASCHERE ADUNCHE  (2014 LIBERO SPAZIO)

§ Duecento e nove §

La Vita ha più scale che stanze
 
Eowyn
 
 
544112_354307941353403_1866594674_n

Bonjour les amis

E sia una lieta settimana
 
 
10685446_10152465643888248_5047781566237680235_n

Buon fine settimana, viandanti

…e che siano sogni
 
 
 
399298_517480281659098_603026611_n
 
 

Voci precedenti più vecchie

Ispirazioni metropolitane

Osserva tutto ciò che il mondo ti regala

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

Lo Schiaffo

ti arriviamo diritti in faccia

LiberoLibro Macherio

Associazione letteraria e culturale - Macherio

Ap7 Yoga

Associazione Culturale Paganora 7

cataniafashionblog

LA MODA NON LA SI SUBISCE.. LA SI FA'!!!

Ivano Mingotti

Pagina ufficiale autore

pensierifusi

Un posto dove scrivere

Free Animals, Loved & Respected

Sustainable Development

CORTILI IN-VERSI

Poesia di strada, poesia in strada

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

_OffArts

drawingsinmymind

tavolozza di vita

~☜❤☞~Pensa con il cuore e vivi l'attimo~☜❤☞~

Memoria narrante

In un vecchio baule impolverato, nella soffitta della nonna, ho trovato il suo diario di quando era tredicenne, come me adesso...

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

Viaggi ermeneutici

Romolo Giacani

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 758 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: