Francesca Serragnoli

Roberta Viotti Eowyn:

I bottoni
aperti nel petto oscuro

Originally posted on Interno poesia:

serragnoli interno poesia

Sotto i miei occhi
sotto a un velo di lana Istanbul
libera le strade
come lievi strisce d’acqua
trasportata da ogni scatto
suono, lamento
ero la luce bruciata
l’infinito spento di una vita
adagiato nel canale come una foglia
ero il pasto del Natale dei poveri
di me mangiavo il dono della vista
svuotavo bottiglie di quasi notte
pieno il petto, l’aria in pezzi
come un insetto girato di schiena
osservavo il blu
lasciavo morire il movimento
e quelle luci i bottoni
aperti nel petto oscuro
toccavo quei muri
come un volto d’uomo
dalla rapida luce che si sdraia
nella notte, adesso.
E nessuno spegnerà il declino meraviglioso.

© Inedito di Francesca Serragnoli

View original

Pubblicato in Dai blogs | Lascia un commento

Luca Minola

Roberta Viotti Eowyn:

Fingersi più dell’essere –

Originally posted on Interno poesia:

luca minola interno poesia

Vorrei riferirti le cose:
il punto, le soluzioni, l’apertura improvvisa
dopo la strada maestra e quanti sono e fingono di essere.
Quanti vorrebbero segnarsi i modi:
chi si aggiusta l’abito, chi tace silenzioso
con il suo coltello, chi rantola,
chi preme.

© Inedito di Luca Minola

View original

Pubblicato in Dai blogs | Lascia un commento

Volerò per te

Roberta Viotti Eowyn:

Mi sono accoccolata
in una magia

Originally posted on Tiferett:

View original

Pubblicato in Dai blogs | Lascia un commento

Bonjour les amis

E sia una lieta settimana

Namastè

11988599_1126328974061648_6510805577644927003_n(2)

Pubblicato in Bonjour les amis | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Buon fine settimana, viandanti

E che siano sogni

154620_10151287471152722_550950729_n

Pubblicato in E che siano sogni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

§ Duecento e settantaquattro §

Ha un suono carico di spighe un abbraccio
così stellato
che gli occhi del tuo sonno sono i miei

Eowyn

Laura Makabresku

Laura Makabresku

Pubblicato in Il Pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La storia

Il nostro infinito è nelle vene dell’acqua
nelle spalle dei gelsomini
grande di ragioni e di naufragi santi
ha una bocca aperta
come un ricordo capito
alto dolcissimo
terra sommessa e strafottente
– Là – rimane – ha corpo –
curioso e premuto
fra la mia mano sottile
e il tuo brillare quieto
 
Eowyn
 
 
Himitshuana

Himitshuana

 
 
 
 
Pubblicato in Amore, La Conoscenza, La Realtà, La Vita, Serenità | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

§ Duecento e settantatre §

Quali che siano le esperienze che ci troviamo ad affrontare, se ci coinvolgono, è perché ci sono utili.
Anche se non lo sono per i nostri corpi o per le nostre menti, anche se possono farci soffrire, sono, comunque, utili alla nostra Anima.

Da “La fisica dell’Anima” – Fabio Marchesi

Amy Ballinger

Amy Ballinger

Pubblicato in Il Pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

§ Duecento e settantadue §

Quando qualcuno è sgarbato con te o ti tratta male, non prenderla sul personale.
Non dice nulla su di te, ma molto su di lui.

Da “Il calendario filosofico”

Amy Ballinger

Amy Ballinger

Pubblicato in Il Pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

§ Duecento e settantuno §

Amato amore –
immenso e angelico
come un turbamento

Eowyn

long_evenings_in_my_room__by_mala_lesbia-d5hsl2r

Anka Zhuravleva

Pubblicato in Il Pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti