Archivi del mese: maggio 2013

La tela

Ci sono frastuoni come silenzi scuri e rotondi oceani spaccati e ammutoliti come una tela stravolta e impensabile quando cerca dove inizia la fine – non lo dici l’infinito – La mia è bianca e con veli nella testa   … Continua a leggere

Pubblicato in Il Sentire, Introspezione | Lascia un commento

Gli abiti

Ci sono giorni come cattedrali ascesi e spalancati quando lo sguardo scavalca le dimensioni e l’ovvio muore sulle bocche dei roseti si raccontano alle sere marini come i porti degli arrivi crepitanti dietro i crepuscoli e sotterranei nei nascosti fianchi … Continua a leggere

Pubblicato in Il Sentire, Introspezione | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Il cappio

Sei sempre stata così pallida e umida con la testa da capinera gli occhi schiariti di turchese a metà fra tempo e moti artificiali ingobbita negli spaventi e faticosa come le reti tristi dei pescatori Velata dietro mani e spettri … Continua a leggere

Pubblicato in Il Sentire | Lascia un commento

Il grembo

A volte mi cerco le mani tra la folla e mi rifletto nelle vetrate appannate schiarita e nevosa come un’idea vacillante e vuota fra le cose vuote incerta e decisa come un’impressione un assioma un vertice zoppo il giorno non … Continua a leggere

Pubblicato in Amore | Lascia un commento

Da “Non avevo capito niente” di Diego De Silva

Non me n’ero accorto di quanto fosse diventato tremendamente importante risentire la sua voce, e accogliere questa banale circostanza come prova concreta della sua esistenza. E’ tipico dell’amore rendere inesistenti le persone amate, e obbligare le persone che le amano … Continua a leggere

Pubblicato in Scrivere | Lascia un commento

Pablo Neruda

Se saprai starmi vicino, e potremo essere diversi, se il sole illuminerà entrambi senza che le nostre ombre si sovrappongano, se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere. Se ogni giorno sarà … Continua a leggere

Pubblicato in Pablo Neruda | Lascia un commento

“Donna completa” di Pablo Neruda

Donna completa, mela carnale, luna calda, denso aroma d’alghe, fango e luce pestati, quale oscura chiarità s’apre tra le tue colonne? Quale antica notte tocca l’uomo con i suoi sensi? Ahi, amare è un viaggio con acqua e con stelle, … Continua a leggere

Pubblicato in Pablo Neruda | Lascia un commento

La regina (I versi del capitano) di Pablo neruda

Io ti ho nominato regina. Ve n’è di più alte di te, di più alte. Ve né di più pure di te, di più pure. Ve né di più belle di te, di più belle. Ma tu sei la regina. … Continua a leggere

Pubblicato in Pablo Neruda | Lascia un commento

Il confine

Quando il mattino cade dai sogni i pensieri ruotano nella penombra polverosi e ambrati come impressioni profumati  – di un aroma indicibile – protetti e inviolati e appesi umidi e stellati di notte Quando mi parli la tua voce mi … Continua a leggere

Pubblicato in Amore | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento