Le scarpe

– Si avviene –
nelle scie distratte dei sentieri nelle battaglie untuose
nei porti senza scalo nelle finestre spalancate sulle rotte
nei fiori sdentati nelle canzoni delle gole bambine
nei piedi slacciati sui crepuscoli
e nel disegno che scatena un viaggio
– la vita non è che l’attesa di se stessa –
una scatola di fessure uno scoppiare di papaveri
una mancanza feroce le mani che dormono sulle spade
le origini ingravidate di ricordi
la riva di tutti i tuoi occhi
l’ubriachezza naufraga della misura una conchiglia bianca
gli angeli che gremiscono il petto
il grembo del tutto
l’urgenza di quel che non è ancora stato
il tempo latente la curva piena di un fianco orgoglioso
– ho un bacio di porpora al centro del cuore –
Nel tuo mare ingarbugliato navigo le mie scarpe
inzuppate di fiori
 
Eowyn
 
 
Christian Schloe

Christian Schloe

 
 
 
 
 

Informazioni su Roberta Viotti Eowyn

Semplicemente una cantastorie... Dalla recensione di Chiara Lorenzetti a "Ti ha mai chiamato il mare" " Roberta Viotti, in arte Eowyn è rara poetessa d'amore senza spine. Leggere è immergersi dentro ad una favola ove le parole suscitano immagini delicate e fragili. [...] V'è tra le righe, una tangibile carnale sensualità dell'amore, vissuto come unico ed immortale. La potenza dei versi inchioda e non da scampo alla fuga. [...] Roberta ci mostra con la sua immaginifica poesia, che l'amore è la sola salvezza, il ricondursi alla scoperta di sé."
Questa voce è stata pubblicata in Amore e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...