Le maschere adunche

Con quanta leggerezza,  a volte, leggiamo ad occhi chiusi parole che mangiano di scontato, calcolo, ossessione –  vittimismo ricercato violenza psicologica – intimazione imposizione castrazione – gioco di potere manipolazione
premeditazione
ipocrisia autocommiserante
– sono così – mi proteggo –
 
– il dito puntato ha ritorni di lama, sai – ritorna ritorna ritorna
 
vedendole, invece, come genialità,  chiara intelligenza, grandiosità  – sincerità spontaneità – onestà nessun pelo sulla lingua –
ineccepibili personaggi – personaggi – bada! altro è la persona – tutti d’un pezzo, un orgasmo d’integrità – ammirevoli
una marcia in più – oltre
Codardi vestiti da menestrelli
 
 
Gengive vuote nelle  maschere adunche
 
Eowyn
 
 
 
 
 
 
LE MASCHERE ADUNCHE  (2014 LIBERO SPAZIO)

Informazioni su Roberta Viotti Eowyn

Semplicemente una cantastorie... Dalla recensione di Chiara Lorenzetti a "Ti ha mai chiamato il mare" " Roberta Viotti, in arte Eowyn è rara poetessa d'amore senza spine. Leggere è immergersi dentro ad una favola ove le parole suscitano immagini delicate e fragili. [...] V'è tra le righe, una tangibile carnale sensualità dell'amore, vissuto come unico ed immortale. La potenza dei versi inchioda e non da scampo alla fuga. [...] Roberta ci mostra con la sua immaginifica poesia, che l'amore è la sola salvezza, il ricondursi alla scoperta di sé."
Questa voce è stata pubblicata in Libero Spazio e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...