Archivi tag: storia

Le vie di fuga

mi attendo mi cerco mi scelgo – senza scuse rinvii giustificazioni forse [domani domani] amami amarmi [domani] incomprensibile furiosa pensata feroce di momenti e disincanti [le vie di fuga] mi appartengo volendomi ventosa come una storia R. V.  

Pubblicato in Ventosa come una storia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

§ Duecento e ventisette §

Chiamalo stato – di grazia o meno – sotterfugio circostanza comodo abilità o ispirazione immane ma capita – sai – che delle mani la destra chiuda certe bocche la sinistra apra le sottane   Eowyn      

Pubblicato in Il Pensiero | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

I petali

Fra le brezze e il marmo oscillano cantilene hanno dolcezze – morsi testardi – piccoli fregi di gelsomini inebrianti e dischiusi come le gole bambine e un miracolo sconfinato succhiato nelle linee del respiro – tutti udite – udite presto! … Continua a leggere

Pubblicato in Amore, Il Sentire, La Conoscenza, Serenità | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

La storia

Mi raccogliete negli occhi fumosi e mi inventate bigotte stampelle nelle bocche distrutte cigolanti e miopi e perplessi come pantaloni calati Non vi accorgete che non sono zoppa ma smisurata e nevosa come una storia   Eowyn       … Continua a leggere

Pubblicato in Il Sentire, La Conoscenza | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 4 commenti

Le righe

Mi concepisco sulla tua schiena pietrosa e incurante e spalancata come la nudità delle tue ali superbe – amore – madido di tutti i venti e di tutti gli alberi distesi e rotondi come abbracci portentosi sugli spaventi A volte … Continua a leggere

Pubblicato in Amore | Contrassegnato , , , , , , | 8 commenti

Roman Vishniac

Roman Vishniac nasce il 19 agosto  1897a Pavlovsk, nei pressi di San Pietroburgo. Biologo con la passione per la fotografia (i primi scatti a otto anni) fra il 1935 e il 1939 filma e fotografa, nascondendo i suoi apparecchi, la … Continua a leggere

Pubblicato in Immagini raccontano, Roman Vishniac | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

La paura

 C’è un posto fra il dire e il raccontare dove l’immutabile diventa momento un peso un vetro impensabile e due estremi una storia stupefacente – siamo possibilità – E c’è uno sconcerto fra me e te stravolto e meraviglioso che … Continua a leggere

Pubblicato in Amore, Il Sentire, La Conoscenza | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

The snow queen

Sospira ridendo sulle città di cristallo stretta e svelta come uno spirito indaffarato e morde le gole nei baveri legnosi superba e infinita come un sogno impetuoso Poi scivola silente sull’uomo e l’affanno ha voce di storia e carole lievi … Continua a leggere

Pubblicato in Nessun Dove | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Da “Se una notte d’inverno un viaggiatore” di Italo Calvino

Come stabilire il momento esatto in cui comincia una storia? Tutto è sempre cominciato già prima. La prima riga della prima pagina di ogni romanzo rimanda a qualcosa che è già successo fuori del libro. Oppure la vera storia è … Continua a leggere

Pubblicato in Italo Calvino, Typewriters | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

C’è un’intimità sovrana e una strada maestra

Quando c’è chiarezza non esiste confusione nei sentimenti. Quando c’è sincerità non esistono nascondigli nei racconti. Quando c’è affinità non hanno remore le confidenze. La conoscenza del passato e del presente unisce i rapporti e ne accresce il senso e … Continua a leggere

Pubblicato in Libero Spazio | Contrassegnato , , , , , , | 4 commenti